Seleziona una pagina

Cucine moderne o tradizionali, l’armonia con l’ambiente circostante è fondamentale: a tal proposito, oltre ad attenersi allo stile degli elementi che compongono l’intera casa, è bene associare materiali e colori coerenti e adatti. Protagonisti di questa scelta sono, perlopiù, ante e top cucina, da combinare con criterio.

I colori

Occorre individuare come prima cosa un colore predominante a cui affiancare tutti gli altri, per abbinamento – per un tocco classico –, o per contrasto – per uno stile più moderno. In ogni caso si può optare per la scelta di differenti tonalità del colore principale o per l’accostamento di colori complementari per i vari componenti e per il top della cucina. Ricorda sempre, di base, che gli spazi piccoli e poco luminosi necessitano di colori e decorativi chiari.

Quale materiale per il top cucina abbinarci?

Ottimo da abbinare ad un arredamento chiaro è il gres porcellanato per ante e top cucina e il quarzo per il piano, scelte eleganti che vantano anche la brillantezza e la luminosità delle pietre bagnate.

Occhio comunque alla superficie del top cucina: le superfici ruvide sono indiscutibilmente più resistenti ai graffi ma anche più difficili da pulire. Per questo, se ci si orienta verso i colori chiari, è consigliabile optare per quei materiali che meglio resistono all’assorbimento e alla formazione delle macchie.

L’alternativa ai colori chiari

Se le cucine total white non ti convincono, potrai sempre usare i colori chiari solo per le ante e prediligere decorazioni scure per il top cucina. E per godere comunque di un effetto luce non indifferente, scarta le finiture opache e opta per quelle lucide.

Se sei indeciso e hai bisogno di qualche consiglio in più non esitare a farci visita: da GR2 arredamenti sappiamo come aiutarti.