Seleziona una pagina

Siamo abituati a pesare che i lavelli da cucina sono solo quelli in acciaio. Non è affatto così! Esistono varie alternative, e tra queste troviamo in primis la pietra, un materiale resistente e versatile. Nella scelta del lavandino da cucina è importante sfruttare lo spazio disponibile e scegliere un manufatto in accordo con lo stile della stanza. Ecco perché noi di GR2 Arredamenti vogliamo guidarti al meglio nella scelta del materiale per il vostro lavello da cucina.

Dimensione e spazio

Nella scelta di un lavello da cucina in pietra naturale va valutata bene la dimensione di spazio disponibile poichè l’acquaio ha una funzione importante ed è da ponderare nella scelta tra una o due vasche, l’aggiunta dell’eventuale vaschetta e lo spazio per scolare le stoviglie. Se lo spazio lo permette sono da preferire i lavelli a due vasche.

Stile della tua cucina

II lavello in pietra è la scelta migliore sia per un ambiente rustico che per un ambiente moderno, dona infatti calore allo spazio e un’atmosfera familiare. Un lavandino in pietra anche in cucina ha la capacità di catturare lo sguardo grazie alle sfumature delicate e alle venature uniche in ogni pezzo. Le linee semplici e squadrate lo rendono un oggetto senza tempo, e con l’uso si verrà a formare una patina che lo renderà più antico e affascinate.

Pregi e difetti

I vantaggi di un lavello in pietra naturale sono: naturalezza, resistenza e durezza, invecchiando acquisisce fascino. Tra gli svantaggi troviamo: lo sporco che penetra facilmente per la porosità.

Manutenzione

La porosità della pietra richiede una manutenzione immediata affinché residui di cibo e sporco non penetrino. L’utilizzo di un detergente delicato permette di non alterare lo strato protettivo con cui è stato rivestito in fase di produzione.