Seleziona una pagina

Il top è forse la sezione più importante che compone il piano della cucina. Dalla sua composizione e dalla sua natura possono dipendere i gesti di ogni giorno. La cucina sta cambiando volto e i materiali che una volta venivano impiegati per il top stanno per essere sostituiti da proposte più moderne, che offrono una composizione solida, resistente e pratica ai gesti di ogni giorno. Per questo motivo, noi di GR2 Arredamenti vogliamo guidarti nella scelta di arredamento indispensabile per la tua cucina, valutando attentamente il materiale, la forma e i colori.

Cose da valutare prima di acquistare un top per cucina

Quando scegliamo il piano cucina bisogna valutare una serie di elementi tra cui: resistenza all’usura, resistenza a graffi, urti e macchie, igienicità, manutenzione richiesta, aspetto estetico in relazione al resto dell’ambiente, prezzo.

I colori e la forma del top cucina

Un piano di lavoro originale può far risaltare in un batter d’occhio una cucina piuttosto classica. Si può distinguere per il suo spessore e la sua forma ma anche per il suo colore. In una cucina moderna, perché non scegliere il nero, un colore di tendenza che contrasta perfettamente con i mobili bianchi? Per illuminare una cucina che non ha luce, potete invece scegliere toni chiari o osare colori sgargianti.

I materiali per il top cucina

Il piano di lavoro può anche essere caratterizzato da un rivestimento specifico. Per variare, potete scegliete nuovi materiali con piani di lavoro come il Solid Surface o il Corian che colpiscono per forza, estetica e tatto. Diversamente potete fare una scelta classica optando per il legno, o virare sul moderno con l’acciaio inox o addirittura fare una scelta naturale in pietra o quarzo per aggiungere un po’ di anima in più alla cucina.